Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Didattica Corsi di studio Classe LM-38 - Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale/EIFI

Classe LM-38 - Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale/EIFI

Corso di laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale

Il Corso fornisce elevate competenze nella comunicazione interlinguistica e interculturale sviluppando negli studenti la piena padronanza delle tecniche di traduzione e di interpretazione consecutiva necessarie per operare in vari ambiti della cooperazione internazionale e della comunicazione istituzionale, multimediale e mediatica. Nell'ambito specifico della multimedialità, il Corso sviluppa competenze mirate alla trasposizione e diffusione di prodotti audiovisivi al di là di barriere linguistiche, culturali e sensoriali. A tali competenze il corso affianca un'approfondita conoscenza delle dinamiche comunicative e degli strumenti analitici della linguistica computazionale, necessari per acquisire la piena consapevolezza dei processi di ricezione e produzione di generi testuali altamente specialistici.

Il Corso fornisce altresì conoscenze giuridiche ed economiche indispensabili per la corretta contestualizzazione e comprensione degli eventi comunicativi che caratterizzano i contesti della cooperazione internazionale, e competenze informatiche avanzate necessarie per produrre, comunicare e archiviare contenuti digitali. Il percorso formativo comprende opportunità di ulteriore approfondimento nelle aree della conservazione digitale, della terminologia e terminografia, della semiologia del linguaggio cinematografico, e della lingua specialistica in ambito letterario.

Gli stage, effettuati in aziende leader italiane ed estere, prevedono lo svolgimento di attività di traduzione e di interpretazione, o comunque sempre attività linguistiche di natura specialistica. Tali esperienze sfociano nella maggior parte dei casi nell'inserimento effettivo nel mondo del lavoro.

L'ammissione al corso di laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale - LM 38 avviene previa verifica dei requisiti curriculari e della preparazione personale dei candidati.
Per gli studenti in possesso di titolo di laurea triennale, conseguito anche presso Ateneo diverso da quello di Macerata, nella Classi L-12, 3 e L-11 i requisiti curriculari si considerano soddisfatti. Gli studenti in possesso di titolo di laurea triennale di qualsiasi altra Classe attualmente in vigore o di una delle Classi degli ordinamenti previgenti ritenuti equivalenti, possono accedere alla verifica della preparazione personale solo se in possesso dei seguenti requisiti curriculari:

18 CFU nel settore della prima Lingua e Traduzione

12 CFU nel settore della seconda Lingua e Traduzione

6 CFU nel settore della Glottologia e Linguistica (L-LIN01)

L’ammissione al Corso di laurea avviene solo previo superamento della verifica della preparazione personale. Per i laureati delle Classi L12 e 3 che abbiano conseguito la laurea con una votazione finale pari o superiore a 100/110, tale verifica si intende superata. Per i laureati di queste stesse Classi che abbiano conseguito una votazione inferiore a 100/110, e per i laureati provenienti dalla L-11 e da tutte le altre Classi purché in possesso dei requisiti curriculari sopra indicati, si procederà alla verifica della preparazione personale tramite colloquio. I contenuti, le modalità e il calendario dei colloqui vengono pubblicati nella relativa sezione di questo sito.

Prova finale

La prova finale consiste nella redazione e discussione di un elaborato scritto che rappresenti un'esperienza personale e originale di ricerca scientifica, condotta sotto la guida di un relatore di un settore scientifico-disciplinare in cui lo studente abbia sostenuto almeno un esame. L'elaborato sarà redatto in lingua italiana, o in una delle due lingue a scelta dello studente solo previo accordo con il docente supervisore della tesi stessa. Per la discussione, che avverrà di fronte a una Commissione di laurea e nella lingua scelta dal candidato, è necessaria la presenza di un correlatore che può anche essere scelto tra specialisti esterni all'Università.

Sbocchi professionali

Il corso di laurea forma interpreti e traduttori per la cooperazione internazionale e per la comunicazione istituzionale, multimediale e mediatica. I laureati avranno infatti acquisito la piena padronanza delle strategie traduttive e delle tecniche dell’interpretazione di trattativa e consecutiva. Saranno così in grado di gestire in modo efficace la comunicazione interlinguistica e interculturale tra membri di comunità alloglotte, siano questi rappresentati del mondo imprenditoriale, di enti culturali, di istituzioni nazionali e

sovranazionali, o di componenti etniche minoritarie all’interno di uno stesso stato. Avranno altresì sviluppato competenze e abilità specifiche nell’ambito della traduzione di materiali audiovisivi e, più in generale, multimediali. Grazie a tali competenze i laureati potranno operare come traduttori e interpreti all’interno di imprese, istituzioni, enti culturali, e di agenzie che forniscono servizi di traduzione per il cinema e la televisione.

I laureati avranno inoltre acquisito nel loro corso di studi una piena consapevolezza delle dinamiche e delle strategie comunicative più efficaci per operare negli ambienti della cooperazione internazionale. Essi possederanno infatti non solo un’elevata padronanza delle loro lingue di studio, dei linguaggi specialistici politici, giuridici ed economici e degli strumenti informatici e telematici richiesti nella gestione di contenuti digitali, ma anche la capacità di riconoscere e negoziare le differenze culturali e ideologiche dei soggetti coinvolti nei vari processi comunicativi. I laureati potranno così ricoprire ruoli di elevata responsabilità e assumere incarichi direttivi nell’ambito della comunicazione transnazionale di enti, istituzioni e organismi internazionali.


DOPPIO DIPLOMA LM-38/EIFI

Doppio Diploma italo-francese

Dall’A.A.2012-13 il Corso di laurea magistrale (LM-38) offre agli studenti la possibilità di conseguire un doppio diploma italo/francese: oltre al titolo di studio italiano si può infatti conseguire il Master in ‘Etudes interculturelles franco-italiennes’ (EIFI), rilasciato dall’università partner ‘Blaise Pascal’ di Clermont Ferrand. Il titolo di studio sarà pertanto riconosciuto valido in entrambi i paesi.

Il  piano di studi è lo stesso del Corso di laurea italiano; lo studio si articola in due anni così suddivisi: nel primo anno gli studenti iscritti nei due atenei seguono le lezioni e sostengono i relativi esami presso l’università di Macerata con un piano di studi orientato all’apprendimento teorico e pratico dell’interpretazione e della traduzione in due lingue (di cui una obbligatoriamente è il francese); nel secondo anno gli studenti iscritti seguono le lezioni e sostengono i relativi esami presso l’università di Clermont Ferrand, approfondendo le conoscenze e le competenze in ambito traduttivo, informatico e culturale, relativamente ai due paesi di pertinenza. C’è  inoltre la possibilità di effettuare lo stage in Francia, anche usufruendo del programma Erasmus.

L’iscrizione al doppio diploma, che prevede un numero di studenti  non superiore a 10, avviene tramite partecipazione a un bando pubblicato, di norma a fine agosto, sul sito dell’università.

 

Consulta i piani di studio